Euro-Dollaro, la guerra delle valute

By | 15 Febbraio 2015

EURUSD 2015

Nel grafico qui sopra è mostrato l’andamento del cambio EURO-Dollaro dal 2011. L’andamento riflette le economie dei rispettivi paesi e delle mosse delle banche centrali. Nell’ultimo periodo il valore dell’Euro è crollato dopo l’annuncio del piano di Quantitative Easing della BCE.

Dopo la crisi finanziaria del 2008 la FED ha dovuto immettere nel mercato tanta liquidità per far ripartire l’economia. La BCE si ritrova ad intervenire solo adesso spinta dalla paura deflazionistica. Questo nel medio termine determinerà un Euro debole nei confronti del Dollaro per due motivi:

  1. La crescita dell’economia americana spingerà la FED ad alzare i tassi
  2. Ci sono ancora problemi legati al debito pubblico di paesi europei come la Grecia

Il portafoglio Diramco a partire da fine 2014 ha incrementato l’acquisto di  Dollari con un prezzo medio di 1,25 per ogni Euro in quanto la strategia è quella di costruire un portafoglio con una maggioranza di titoli azionari americani nel prossimo futuro sfruttando la possibile debolezza dell’Euro.

Dove arriverà il cambio Euro-Dollaro non lo possiamo immaginare perchè le economie di Europa e USA potrebbero reagire in modo inaspettato.

 

 

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Lascia un commento