L’America va sulla Luna

By | 22 Marzo 2015

Dow Jones 2015-03-21

L’indice americano Dow Jones Venerdì ha chiuso a 18.127 punti vicino ai massimi di sempre. Guardando il grafico di lungo periodo con candele da 1 mese è molto evidente la scalata della borsa americana dal 2008 ad oggi. La pendenza del trend verso l’alto non hai mai avuto dei chiari segni di cedimento o correzione. Inoltre ha superato decisamente anche la linea di tendenza che unisce i precedenti 2 massimi del 2000 e del 2007.

Un trend di lungo periodo (o secolare) non può salire all’infinito senza avere una correzione (si intende una correzione di diversi mesi) che dia sostegno al trend. I mercati sono drogati di liquidità e continueranno a salire presi dall’euforia delle azioni delle banche centrali. Il prossimo test dell’indice è sulla resistenza dei 18.300. Su questi livelli è ancora molto rischioso fare investimenti in titoli azionari nonostante le buone notizie dai dati economici. Il tempo del panico arriverà e presto si ritornerà sulla Terra.

VISA 2015-03-22

Questa settimana è stata chiusa forzatamente un’operazione short su Visa in quanto il titolo ha subito uno split 4 a 1 e il broker (in questo caso Fineco) ha chiuso la posizione. L’operazione in leva del 60% ha perso circa il 13% in dollari più gli interessi della leva. Ricambiando i dollari in euro ad operazione chiusa avremmo ottenuto un guadagno del 20% sul cambio (linea arancione) limitando la perdita totale sull’operazione. Le perdite sono inevitabili ma devono essere inferiori ai guadagni ottenute nelle altre operazioni. Inoltre nelle operazioni ad alto rischio è consigliato limitare il capitale utilizzato.

Nei prossimi short sarà usato come broker: Interactive Brokers.

Questo post è disponibile anche in: Inglese

Lascia un commento