Vai al contenuto

Microsoft: Conviene come Investimento?

In questo articolo valuteremo l’investimento in una grande azienda Tech. Microsoft è un’azienda multinazionale di informatica con sede negli Stati Uniti fondata da Bill Gates e Paul Allen nel 1975. Al momento ha una capitalizzazione di borsa di 2700 miliardi di dollari e questo la rende la seconda azienda più grande al mondo dopo Apple. Il modello di business si divide in tre segmenti principali:

  • Il primo è Productivity in Business Processes che include pacchetti software come ad esempio Office e ad esempio il social network nel campo business LinkedIn,
  • la seconda divisione è Intelligent Cloud dove abbiamo i servizi Cloud come ad esempio Onedrive e Microsoft Azure,
  • il segmento Personal Computing dove abbiamo la parte di sistemi operativi per PC come Windows, che conosciamo tutti, e dispositivi portatili come PC o accessori e console da videogiochi come la Xbox.

Il prezzo del titolo dalla sua quotazione prima degli anni 90 ha un trend positivo ed esponenziale quasi negli ultimi 10 anni che hanno portato il titolo a un valore di 369 dollari con un più 369.000% di Gain.

Chi detiene le quote maggiori in Microsoft? Ci sono gruppi finanziari internazionali con al primo posto The Vangard Group con l’ 8%, Black Rock 4%, State Street Global Advisor con 3,8% e cosi via. Nell’ultima trimestrale pubblicata a fine ottobre, Microsoft ha registrato delle performance positive nell’ultimo trimestre con un aumento del fatturato in ogni settore. In particolare Productivity e Business Processes ha registrato un incremento del 12% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Intelligent Cloud invece ha avuto un incremento del 19% e Personal Computing un incremento modesto del 2%. Il totale del fatturato si attesta in un solo trimestre a 56 miliardi di dollari. Ciò ha comportato anche un incremento nei profitti operativi con un più 24% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente e di conseguenza anche gli earning per share sono aumentati del 26%.

Ma passiamo ora ai principali indicatori di prezzo. Il Price Earning in questo momento è di 35,77 quindi un valore piuttosto caro rispetto al mercato che sconta dei tassi di crescita molto elevati. Il Price to Book Value è 12,43 quindi anch’esso sopra la media di mercato però dobbiamo ricordare che il brand Microsoft è uno dei Brand più importanti e chi ha più valore al mondo. Il rendimento sul dividendo è di 0,76%. Quindi se si investe in Microsoft non si investe per avere una rendita da dividendo nel breve termine ma si investe nel lungo periodo. Dal 2010 il tasso di crescita dei dividendi è particolarmente elevato e non ha mai registrato delle flessioni nel corso degli anni. Guardando invece il numero di azioni circolanti sul mercato notiamo un trend in diminuzione con un valore minimo registrato proprio negli ultimi anni. Questo significa che l’azienda sta attuando nel tempo un lento piano di buyback che non può far altro che aumentare il valore delle singole azioni.

Ma cosa dicono le Stime degli Analisti sul titolo Microsoft? Un 65% quasi conferma un buy sul titolo, un 24,1% outperform, un 9% hold e soltanto un 2% assegna un giudizio di Sell.

Cosa ci si aspetta dal futuro per Microsoft? Possiamo sicuramente confermare l’interesse per il campo dell’intelligenza artificiale. Infatti Microsoft ha investito ed è un principale investitore in Open AI. Inoltre quando il CEO Sam Altman è stato licenziato, Microsoft ha proposto un incarico a Sam Altman e a tutti i suoi più stretti collaboratori immediamente.

Qual è la valutazione di DIRAMCO sul titolo? Innanzitutto il titolo è presente in portafoglio con un prezzo di carico di 240 circa e continuiamo a monitorare l’evoluzione dei prezzi per valutare degli incrementi di quote. In questo momento assegnamo un giudizio di Hold perché riteniamo il titolo abbastanza apprezzato sul mercato ma vedremo se ci saranno delle opportunità per fareulteriori ingressi in futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *