Vai al contenuto

MONCLER: Conviene Investire?

Parliamo di un’azienda di lusso italiana di origini francesi specializzata in abbigliamento e accessori: Moncler è stata fondata nel 1952 nei pressi di una località sciistica da un artigiano di attrezzature da montagna. La società è stata acquistata nel 2003 da Remo Ruffini che è attuale amministratore delegato. La società è quotata nell’indice FTSE MIB della Borsa di Milano e ha una capitalizzazione attuale di borsa di circa 16 miliardi di euro. Quali sono i principali investitori in Moncler? Al primo posto abbiamo Ruffini con il 23,7 82% e dopo istituti finanziari mondiali come Morgan Stanley e cosi via.

I risultati semestrali del 2023 mostravano come i ricavi fossero in aumento rispetto allo stesso periodo del 2022 con un rialzo del più 24%. Quindi i ricavi si sono attestati a 1 miliardo e 100 milioni di euro. Il gruppo ha registrato un risultato netto del +12,8% con un utile in un semestre di 145 milioni di euro. Il dettaglio del fatturato mostra come l’82% è dovuto al marchio Moncler mentre il 17,7% a Stone Island.

Veniamo ora ai principali Key Ratio sul titolo dal 2013 possiamo notare come gli EPS siano stati in costante aumento tranne un piccolo ritracciamento durante il 2020, periodo del covid. Hanno avuto un risultato massimo nel 2022. Il Payout ratio dal 2014 è sempre stato intorno al 20% e nel 2023 nell’ultima semestrale possiamo notare come sia stata invece intorno al 50-60%. Il Book Value per share mostra anch’esso dal 2013 un trend in crescita e il 2022 al momento risulta con il valore massimo degli asset messi a bilancio. I Cash Flow dal 2013 mostrano come siano stati sempre positivi e crescenti e al momento ci troviamo sui valori massimi degli ultimi 3 anni.

Passiamo ora ai principali indicatori di prezzo. Il PE è di 29,63, quindi un livello molto elevato dato che comunque il marchio è un marchio di lusso. Il Price to Book Value anch’esso è 5,63 quindi in linea con il settore del lusso e il rendimento sul dividendo è 1,89%. Guardando la storia dei dividendi dal 2013 si può notare come siano stati sempre crescenti anno per anno e il massimo è stato raggiunto nel 2022 e dovrebbe essere confermato anche nel 2023.

Ma cosa dicono le stime degli analisti sul titolo? Un 36% da un giudizio di buy in questo momento, un 20% outperform, un 36% hold, un 4% underperform e un altro 4% un giudizio di Sell.

Qual è il giudizio di DIRAMCO in questo momento sul titolo Moncler? Non abbiamo in portafoglio il titolo, lo riteniamo interessante ma a questi livelli di prezzo lo consideriamo un po’ apprezzato sul mercato. Quindi attenderemo eventualmente delle correzioni di mercato per valutare un ingresso. Lo riteniamo interessante in quanto mostra dei bei Trend di crescita e anche il Brand è in sviluppo e si sta diffondendo anche nei mercati emergenti e questo fa ben sperare per il futuro.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *